Inserimento azienda

Compila i seguenti campi per inserire la tua azienda nel nostro sito!
Image Alternative text

L’allegro chirurgo o le «manine» sui seni...

Da non credere, sono stati visti in spiaggia... sono stravaganti, sexy e spiritosi. Adatti alle donne che vogliono farsi notare, senza paura di osare, strappando un sorriso (o un occhiolino) in spiaggia

 
Un sistema per farsi notare in spiaggia è indossare un costume stravagante, diverso dal solito, in grado di strappare un sorriso o un ammiccamento. Divertente o sexy? Provocante o spiritoso? Dipende da ciò che si vuole comunicare. Una cosa è certa: deve essere un capo originale nella forma o nella stampa. Per strappare una battuta ai bagnanti, o uno sguardo interessato, l’eccentricità di un look da mare non ha limiti. E così, con un costume intero scherzoso, caratterizzato da due  donuts glassati sul decolleté, si colpisce nel segno. L’alternativa, per le amanti del sarcasmo, è indossare il modello con la scritta «attacco squalo». Oppure ci si può “tuffare” sul «bikini colazione», composto da un reggiseno con due uova all’occhio di bue e lo slip che raffigura la pancetta abbrustolita: l’ideale per chi ha bisogno di un promemoria per il breakfast o per chi desidera fare colpo su un uomo «prendendolo per fame». Certo, ci vuole una buona dose di coraggio a indossare costumi del genere e tanta autoironia: soltanto le ragazze che non hanno paura di osare, apprezzano queste proposte beachwear. E magari usano proprio la mise originale per attirare l’attenzione e dire agli altri: «Sono simpatica».
 
L’effetto hot

Tutt’altra impressione suscita il «bikini manine». Qui, il pezzo di sopra è formato da due mani che reggono il seno. Della serie: come mettere in risalto la parte giusta nel modo giusto. Si tratta di un’idea vincente per le donne che puntano ai fatti e non alle parole. Suona come un invito — decisamente hot — a essere radiografate nei dettagli. Un particolare: le dita delle mani hanno lo smalto rosso. È un messaggio? Probabile. Ma questi sono soltanto alcuni esempi di costumi provocatori. Se poi, l’effetto che si suscita negli altri non è quello desiderato, poco importa. Ci si prova. Alla fine, ciò che conta è il benessere personale (o l’armonia interiore).

 

Dall’anatomia al Natale

Sconsigliato alle ragazze deboli di stomaco è l’intero con la stampa degli organi interni. Questo modello è perfetto per le studentesse di medicina e per chi vuole attirare l’attenzione di dottori e appassionati di anatomia. Un po’ meno per chi sviene alla vista di una goccia di sangue. Non a tutti piace giocare all’allegro chirurgo. Per le amanti degli animali (non proprio docili) ecco il costume «sharkini», un trikini realizzato sulla sagoma della bocca con i denti aguzzi dello squalo. Dedicato alle aggressive, a quelle che non temono nulla, dal carattere graffiante, in grado di mangiarsi un uomo in un solo boccone. Oppure, va bene per le donne che vogliono essere addentate. Tutto dipende dall’interpretazione. Per le eterne innamorate del Natale (e ce ne sono!), il capo da indossare è l’intero con decorazioni natalizie verdi e rosse: pensato per una clientela molto selezionata. Il tema Christmas sembra un po’ fuori stagione, in agosto. Ma funziona sulle spiagge di Miami o delle Maldive a dicembre, quando ci si abbronza cantando «Jingle bells». Uno stile da caldo Natale che non si dimentica.

 

Fonte: corriere.it